I ruoli

Lug 10, 2020

Battitore

Il battitore è posizionato sulla linea di battuta (in inglese batting crease) in attesa del lancio della palla. Ci sono diverse tecniche per colpire la palla, a seconda del tipo e della direzione del lancio. A seconda di quella che è la strategia della squadra e il tipo di lancio ricevuto, il battitore può decidere se effettuare un colpo difensivo (il quale ha come principale obiettivo quello di non venire eliminati), oppure un colpo aggressivo che mira principalmente a segnare quante più corse possibili. Alcune tra le giocate più comuni sono:

  • Forward Defensive, per difendere su lanci lunghi che atterrano vicino ai piedi del battitore
  • Backward Defensive, per difendere su lanci corti che atterrano lontano dal battitore e quindi risalgono verso il suo torso
  • Leave, allontanare la mazza da un lancio per il quale il battitore ritiene troppo rischioso giocare un colpo
  • Cut, un colpo d’attacco per lanci corti sul lato aperto del battitore
  • Drive, un colpo d’attacco per lanci lunghi sul lato aperto del battitore
  • Pull/Hook, colpi d’attacco per lanci corti sul lato chiuso del battitore
  • Leg Glance, un colpo per lanci lunghi sul lato chiuso del battitore
  • Slog, un colpo nel quale il battitore tenta di colpire con tutta la sua forza la palla per mandarla il più lontano possibile. Molto comune nel cricket ad over limitati, è più raro per i battitori puri nel Test cricket in quanto piuttosto rischioso.

I battitori entrano in campo secondo un ordine (batting order) deciso dal capitano della squadra; i primi due battitori che scendono in campo sono due specialisti detti openers. Generalmente nelle prime posizioni si trovano i migliori elementi in battuta della squadra, dato che in questo modo avranno a disposizione maggior tempo. In fondo all’ordine in genere si trovano il wicket keeper ed i lanciatori, solitamente i meno abili in questa fase (giocatori abili sia in battuta che al lancio vengono detti all rounders).

Questo ordine può essere tuttavia cambiato, per motivi strategici, in qualunque momento durante il corso del gioco (fermo restando che i giocatori eliminati non possano ritornare in battuta).

Lanciatore

Il lanciatore è colui che lancia la palla ai battitori, usando quella che è conosciuta come “azione di bowling“. Ogni partita di cricket è suddivisa in ove (ossia l’equivalente di 6 lanci legali, dai quali sono esclusi eventuali wide e no-ball). Ad ogni over il capitano seleziona il giocatore che andrà al lancio; una volta che questi ha esaurito questi sei lanci, la squadra dovrà necessariamente scegliere un altro lanciatore per l’over successivo. Il numero di over che un giocatore può lanciare è illimitato nelle partite di test match, e limitato al 20% sul totale nelle forme di gioco con un numero prefissato di overs (ferma restando l’impossibilità, valida in tutte le forme del gioco, di lanciare per due over consecutivi). Il lanciatore lancia solitamente la palla in modo che questa rimbalzi prima di raggiungere il battitore (se la palla dovesse rimbalzare più di due volte, il lancio sarebbe illegale). Il lanciatore deve effettuare il lancio con il proprio piede posteriore all’interno dell’area delimitata dalle crease e con l’altro non oltre la linea, altrimenti il lancio viene dichiarato no-ball. La palla deve anche seguire una traiettoria tale da rendere possibile per il battitore il metterla in gioco, se questo non accade il lancio viene dichiarato wide (largo). L’obiettivo primario del lanciatore è di eliminare il battitore, e di conseguenza concedere il minor numero di corse possibili. Tuttavia, nelle forme del gioco con un numero limitato di overs (come ad esempio il Twenty20) è a volte più importante limitare il numero di corse concesse al battitore piuttosto che eliminarlo.

I lanciatori si dividono principalmente in due categorie:

  • Fast bowlers (che utilizzano la velocità come elemento primario dei loro lanci)
  • Spin bowlers (che utilizzano la capacità di far variare il movimento della palla al contatto col terreno imprimendole un effetto).

Normalmente, i fast bowlers sono più efficaci con una palla nuova (che tende a rimbalzare di più e ad aver maggior movimento in aria) mentre gli spinners entrano in gioco solitamente con palle consumate (e quindi con una miglior presa sia sulla mano che sul terreno).

Inoltre, i lanciatori veloci vengono suddivisi per velocità di lancio: Fast (145+ km/h), Fast-Medium (137–144 km/h), Medium-Fast (130–136 km/h), Medium (110–129 km/h). Al di sotto di queste velocità, esclusi eventuali lanciatori part time, entriamo nella categoria degli spinner (che di solito lavorano attorno ai 90 km/h).

Un’ulteriore suddivisione dei lanciatori è in base al tipo di variazione principale che tendono a dare ai lanci.

I lanciatori veloci sono ripartiti per la maggior parte in Seam bowlers (che tendono a far affidamento sul seam, la protuberanza presente sulla palla da cricket, la quale a contatto col terreno può portare a deviazioni impreviste nella traiettoria della palla) e Swing bowlers (che grazie alla differenza nelle turbolenze prodotte dai due lati della palla riescono a far deviare quest’ultima mentre si trova ancora in volo). Non troppo comune ma pur meritevole di menzione è anche la categoria degli Express bowlers (che puntano sulla pura velocità, toccando anche i 160 km/h).

I lanciatori lenti sono invece divisi in finger/off spinners e wrist/leg spinners, a seconda che usino le dita o il polso per imprimere la rotazione laterale alla palla: per un finger spinner destro, la palla tenderà a deviare verso destra una volta toccato il terreno, mentre per un wrist spinner la deviazione sarà verso sinistra (escluse particolari variazioni). Ovviamente nel caso di lanciatori mancini la direzione della rotazione sarà invertita.

Strategicamente, un pace bowler tenterà di battere il battitore maggiormente con serie di lanci precisi nei punti meno facilmente giocabili (line and length) e con piccole variazioni, mentre uno spinner punterà ad attirare il battitore verso una giocata falsa, ingannandolo con comportamenti inaspettati della palla o con deviazioni molto accentuate della traiettoria.

Fielder

Posizioni possibili per i fielder contro un battitore destro

Il compito principale dei fielder è quello di recuperare le palle battute e limitare così il più possibile il numero di corse subite, nonché di eliminare i battitori quando ci sia la possibilità di effettuare una presa al volo o un runout. Vengono disposti sul campo a seconda di quella che è la tattica della squadra per far sì che il recupero e il seguente ritorno della palla nel pitch avvenga nel minor tempo possibile.

Wicket-keeper

Il wicket-keeper è un fielder specializzato nello stare dietro il wicket del battitore durante il gioco. I suoi compiti primari sono fermare qualunque palla passi oltre il battitore, sia che questi l’abbia mancata (altrimenti potrebbe correre via, portando i battitori a segnare delle facili corse che vengono segnate come bye) sia che questi l’abbia toccata (la presa al volo su palla sfiorata dal battitore, chiamata caught behind, è uno dei più comuni modi di eliminare un battitore[2]).

Inoltre, data la sua posizione subito dietro il battitore, il wicket-keeper è uno dei giocatori più importanti della squadra, trovandosi nella situazione migliore per rendersi conto delle condizioni del pitch e delle preferenze dei battitori; non è raro quindi che i capitani chiedano consigli al loro wicket-keeper per quanto riguarda l’approccio tattico.

A causa del loro logorante lavoro, i wicket-keeper sono gli unici giocatori cui sia concesso indossare sia particolari protezioni per le gambe e per la testa e anche degli speciali guanti per proteggersi le mani.

Capitano

L’abilità del capitano nel decidere la strategia è cruciale per il successo della squadra. A lui spettano molte decisioni importanti, come l’elenco e l’ordine dei giocatori in battuta, lo schieramento e la tattica dei fielder sul campo, come un lanciatore deve giocare la palla, ecc. Il capitano è anche responsabile, per i suoi giocatori, affinché non contravvengano allo Spirito del gioco e alle Leggi del cricket.

Runner

Nel caso un battitore, ancora in grado di battere, sia però infortunato e quindi impossibilitato ad effettuare l’eventuale run, può chiedere di essere sostituito nella corsa da un runner. Il giocatore che funge da runner per il battitore è solitamente un membro della squadra che ha già battuto in quell’innings. Il runner dovrà indossare tutte le protezioni portate dal battitore che sostituisce nelle corse, compresa la mazza. Naturalmente il battitore sarà il destinatario di tutte le penalità in cui potrà incorrere il suo runner, compresa l’eventuale eliminazione.

Sostituto

In tutte le forme di cricket, se un giocatore rimane infortunato o diventa indisponibile durante il match, è possibile far giocare un sostituto al suo posto, benché questo non possa lanciare, battere, o fungere da capitano o wicket-keeper. In questo caso il sostituto è un ruolo provvisorio e lascia il campo una volta che il giocatore, prima indisponibile, è pronto per ritornare in campo. Per evitare abusi nelle sostituzioni, comunque, l’MCC (Marylebone Cricket Club) ha stabilito che, salvo in caso di infortuni particolari, un giocatore che ritorni in campo non possa lanciare per un numero di over pari a quelli nei quali è stato sostituito; inoltre, se un giocatore dovesse essere sul campo per meno della metà degli over complessivi, non potrà andare in battuta prima della caduta del quinto wicket nel suo innings successivo.